Installazione delle custodie

Le scatole sono installate in conformità alle avvertenze tecniche (ATec) registrate da Fixolite presso il CSTB.

Preparazione delle scatole

La scatola deve essere installata su una finestra sufficientemente rigida.

Il cassonetto deve essere installato su una finestra in cui la guida superiore del telaio associata al cassonetto abbia una deflessione inferiore a 1/150 della luce sotto la pressione di cantiere P1, come definito nel documento FD P 20-201, senza superare i 15 mm sotto 800 Pa.

Si presume che l'involucro non contribuisca alla rigidità del serramento e che solo il telaio sopporti i carichi del vento nella parte superiore del serramento.


È necessario utilizzare le scatole rinforzate fornite in questo fascicolo tecnico non appena l'apertura supera una larghezza di 1,6 m. Per le casse rinforzate, la larghezza dell'apertura deve essere al massimo di 4,5 m.

I serramenti che chiudono il cassonetto devono essere progettati in modo da consentire l'accesso ai meccanismi delle tapparelle e la rimozione della tenda.


Di norma, i box vengono consegnati a misura e dotati di guance laterali. La scatola è lunga il doppio del tacco dei pannelli laterali - cioè 190 mm (2 x 95) o 130 mm (2 x 65) a seconda del tipo di pannello laterale - rispetto alla larghezza dell'apertura finita (con intonaco di finitura).

Una volta che la scatola è stata tagliata a misura, l'assemblatore monta le guance alle estremità della scatola:

1. Allargare le ali dello stivale utilizzando un distanziatore.

2. Integrare la guancia nella scatola per comprimere il giunto.

3. Rimuovere il distanziatore e stringere le pareti in modo che la guancia possa essere agganciata ai profili interni ed esterni.


Per il Scatole BSOUna volta tagliata la scatola a misura, i lati in polistirolo vengono fissati con adesivo siliconico o adesivo poliuretanico monocomponente.

La malta cementizia su cui viene posato il rivestimento garantisce una tenuta stagna sotto la guancia. Una staffa di supporto viene avvitata nel profilo ogni 70 cm con 2 viti distanziate di 30 mm.


A questo punto della produzione, la scatola può essere consegnata in cantiere.

Metodo di installazione

Una volta assemblati gli stipiti al livello richiesto, il muratore prepara la base dell'involucro con un letto di malta. Se necessario, in caso di isolamento spesso, l'isolamento aggiuntivo viene incollato alla faccia della cassa con un adesivo per polistirolo.

Installazione durante i lavori strutturali

Per l'isolamento dall'interno (ITI), la flangia esterna della scatola deve essere allineata alla parete esterna:


Tunnel box con serranda e ITI
Scatola a mezza anta con unità di alloggiamento e ITI

Per l'isolamento esterno (ITE), la flangia interna dell'involucro deve essere allineata alla parete interna:

Allineamento del bagagliaio

  • Qualunque sia il metodo utilizzato, i lati della scatola devono essere rinforzati e tenuti allineati da chiodi o listelli durante l'installazione.
  • Le scatole devono essere in piano e a piombo.
  • Il guscio viene fissato alla struttura riempiendo gli incavi durante il getto dell'architrave e/o del pavimento. Per riempire correttamente le cavità, il calcestruzzo deve essere a grana fine (< 10 mm).
  • Le guance terminali che trasmettono i carichi dell'avvolgibile al guscio devono poggiare su superfici dure e piane, perfettamente in piano.
  • Il bordo del tallone della guancia deve essere allineato con l'intonaco di finitura (la lunghezza della scatola deve tenere conto del tallone delle guance e dell'intonaco di finitura).
  • Tra la scatola e il telaio della falegnameria deve essere lasciata una distanza compresa tra 5 e 15 mm.

Puntellamento prima del getto di casseforme e architravi

Due listelli sono posizionati sotto la cassa e tenuti in posizione da due morsetti. Le traverse sono posizionate su questi listelli con un interasse massimo di 60 cm. Una traversa è posizionata vicino alla guancia per evitare di sollecitare la guancia stessa.

La puntellatura viene quindi eseguita sotto i rivestimenti ogni 60 cm.

La cassaforma dell'architrave è in posizione e i puntelli possono essere rimossi 28 giorni dopo il getto del calcestruzzo.

Per il scatole a mezza anta sotto 1,60 m della larghezza della campata, un longherone di 8 cm di larghezza x 4 cm di altezza è posizionato sotto la parte orizzontale superiore della scatola del mezzo architrave e sostenuto da puntelli distanti 60 cm.

Per il scatole a mezza anta oltre 1,60 m larghezza della baia :

  • Due longheroni di supporto sono fissati su ciascun lato della parete e sostenuti da puntelli distanti 60 cm l'uno dall'altro.
  • I listelli di supporto sono posizionati perpendicolarmente sui longheroni ogni 60 cm.
  • Una striscia di legno con una sezione trasversale di 6 x 6 cm è fissata verticalmente a quest'ultima.
  • Una guida laterale di 8 cm di larghezza x 4 cm di altezza è posizionata sotto la parte orizzontale superiore della scatola e sostenuta da listelli distanti 60 cm l'uno dall'altro.

Giunzione di scatole alla muratura

Per il scatole rinforzateLe staffe di rinforzo vengono posizionate nello stampo prima dell'iniezione del polistirolo. Le staffe sono esposte nella parte superiore in modo da poter essere collegate alle zanche. Il collegamento tra l'armatura e i tiranti a muro avviene tramite una fascetta (filo zincato con un diametro minimo di 2,5 mm). Ogni staffa angolare deve essere collegata a un minimo di due fascette.

Per il scatole non rinforzateIl collegamento avviene quando il calcestruzzo viene versato nelle cavità della parte superiore della scatola. È anche possibile fissare la rete di rinforzo ai tiranti del muro scavando leggermente nel polistirolo.

Installazione/ristrutturazione sotto-solaio

Questo tipo di impianto viene utilizzato soprattutto quando l'involucro dell'edificio è costruito con tecniche industrializzate o in caso di ristrutturazione.

Il cassone è fissato al calcestruzzo mediante bulloni zincati da 8 mm - con rondelle da 50 mm - (standard NFA 91-121), posizionati nella parte inferiore del guscio, distanziati ogni 60-80 cm e avvitati a tasselli inseriti nel calcestruzzo.

Un prodotto collante, applicato preventivamente sulla parte superiore dell'involucro, completa il fissaggio e garantisce una tenuta stagna con l'involucro. Questo prodotto (malta adesiva) viene scelto tra quelli utilizzati nei sistemi di isolamento esterno (polistirolo/calcestruzzo) che hanno un'Approvazione Tecnica valida.

Trattamento antisismico

In conformità alle normative vigenti, è possibile rinforzare le aperture dotate di cassette per architravi. I diametri, il numero e le posizioni delle barre di rinforzo saranno definiti da uno studio sul calcestruzzo.

Rivestimento esterno

Nel caso dell'isolamento termico interno (ITI), la flangia esterna dell'involucro viene sistematicamente ricoperta da uno strato continuo di malta di gobetis di 3-5 mm di spessore. A tal fine, l'involucro deve essere arretrato di 3-5 mm rispetto alla parete esterna.

I rivestimenti si applicano su un substrato asciutto. Si consiglia di verificare preventivamente che le facce del profilo di alluminio siano state intagliate in linea con gli stipiti (vale per l'esterno in caso di installazione con isolamento interno).


Questi intonaci devono essere dotati di un'armatura (in fibra di vetro o con trattamento anticorrosione) in conformità alla norma NF DTU 26.1. Tale armatura non deve essere applicata al substrato, ma deve essere incorporata nell'intonaco e deve coprire l'intero involucro, estendendosi per almeno 15 cm oltre la muratura.

Una striscia di rinforzo angolare di almeno 50 x 30 cm è posizionata diagonalmente a ciascuna estremità della scatola.

Falegnameria di collegamento 

Ecco alcuni esempi di collegamenti al telaio.

Binario 8H

Fissato con un angolo in PVC e viti. È possibile inserire una guarnizione in schiuma o EPDM sotto la guida.

Pista 8R

Fissato con un angolo in PVC e viti. È possibile inserire una guarnizione in schiuma o EPDM sotto la guida.

Binario 8E

Fissato con guarnizione J8 (avvolgimento esterno), staffe e viti.


Per le scatole rinforzate, viene posizionata una staffa di collegamento con una distanza massima di 40 cm: